LARICE (Larix Decidua)

Nomi comuni: Larice, Lares, Larese
Famiglia: pinacee

Il larice europeo è una specie colonizzatrice delle Alpi dove cresce fra gli 800/1000 mt e i 2.500 (lo possiamo trovare sino al limite più alto dei boschi con ben pochi antagonisti come il pino mugo e il pino cembro). Il larice tollera climi molto rigidi, è in grado di sopravvivere anche a temperature di –50° C. Un’altra sua caratteristica è la longevità: si conoscono alcuni esemplari che da più di 1.000 anni continuano ad affascinarci in autunno con la loro classica chioma dorata.

Poiché dura molto più a lungo di altri legni, il larice è adatto per la costruzione di rivestimenti esterni, balconi e tutto quello che sia sovente esposto alle intemperie. Da sempre utilizzato per la costruzione di tetti, spaccato in scandole, il suo colore è rosso intenso ma con il passare dei decenni può diventare anche rosso scuro o addirittura viola.

All’interno delle case è usato principalmente per la realizzazione di pavimenti, scalini e serramenti.

Il larice è duraturo anche se completamente immerso nell’acqua: le fondamenta di Venezia, ad esempio, poggiano su travi provenienti dalle Dolomiti.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.